Statuto

I soci vengono iscritti nel Registro interno all'associazione, la quale certifica ufficialmente e ad ogni effetto organizzativo l'appartenenza all'Associazione.

Quote associative

Le quote associative annue vengono così definite:

 

Socio Sostenitore € 2500,00
Socio Ordinario € 300,00
Socio Aggregato € 150,00

 

La quota dovrà essere versata tramite Assegno Bancario oppure Bonifico Bancario intestato a:

 

Associazione Prevenzioneincenditalia
via Montevideo 19, 20144 Milano,
Banca UGF
IBAN IT47 Z 03127 01629 000000099962


Le iscrizioni decorrono dal 1° gennaio dell'anno in cui la domanda è accolta. Eventuali iscrizioni nel corso dell'anno potranno essere concordate con la segreteria dell'associazione. Per gli anni successivi il versamento della quota dovrà essere effettuato entro il mese di febbraio dell'anno interessato.

Estratto dallo statuto

Art. 1 - Costituzione e sede

Prevenzioneincenditalia è una associazione culturale di industriali, commercianti, professionisti, consulenti, installatori, manutentori delle piccole e medie imprese, nazionali ed europee, che svolgono attività nel campo della sicurezza antincendio, antinfortunistica, della sicurezza aziendale ed ambientale in tutti i suoi aspetti, ivi compresa l'energia dalle fonti rinnovabili.
L'associazione ha la propria sede Legale in Milano, via Montevideo 19.

Art. 2 - Scopi e finalità

  • Diffondere e sostenere la cultura della sicurezza antincendio, antinfortunistica, della sicurezza aziendale ed ambientale in tutti i suoi aspetti, comprendendo anche l'energia dalle fonti rinnovabili.
  • Promuovere il dibattito culturale e lo scambio di esperienze fra coloro che, pur all'interno di diverse strutture (Collegi ed Ordini professionali, Enti, Amministrazioni), si riconoscono in questa comune matrice.
  • Favorire le iniziative di istruzione, formazione ed aggiornamento sotto tutti i profili della materia di sicurezza.
  • Favorire la conoscenza e la maggiore divulgazione delle normative tecniche e legislative che regolamentano la sicurezza antincendio antinfortunistica, della sicurezza ambientale, aziendale e sociale.

Art. 3 - Soci

Possono essere soci dell'associazione:

  • Le imprese, persone fisiche e giuridiche che commercializzano o producono beni e servizi di cui all'art. 1
  • tutte le Imprese, di cui all'art. 1, che esercitano l'attività che, pur presentando caratteristiche diverse per natura giuridica e dimensioni, operino nel campo della sicurezza e igiene sul lavoro e antinfortunistica in generale, nel rispetto del codice etico e del regolamento.
  • Gli Enti o le Amministrazioni che a vario titolo operano nel campo della sicurezza.

Qualora l'Impresa eserciti altri rami di attività , essa aderisce a Prevenzioneincenditalia solo per la parte di competenza merceologica della medesima.
È inoltre facoltà del Presidente dell'associazione accettare l'adesione di altre realtà imprenditoriali, anche con parziali deroghe al presente Statuto, su tutto il territorio nazionale, oltre ad Enti pubblici e privati aventi finalità concordanti con lo scopo dell'associazione.
I soci sono classificati in 4 distinte categorie: fondatori, ordinari, aggregati ed onorari.

  1. Soci sostenitori: coloro che credono nell'iniziativa e che già svolgendo attività qualificata nel settore abbiano versato la quota associativa, come indicato dal regolamento. I soci sostenitori hanno diritto di voto.
  2. Soci ordinari: coloro che operano nel settore della sicurezza, dell'antincendio e dell'antinfortunistica, ovvero Società o Aziende, la cui domanda di ammissione dovrà essere accettata dal Consiglio Direttivo e che abbiano versato la quota associativa, come indicato dal regolamento. I soci ordinari partecipano all'assemblea con diritto di intervento e/o di proposta, ma senza diritto di voto, così come stabilito dal regolamento.
  3. Soci aggregati: coloro che operano nel settore della sicurezza e dell'antincendio, ovvero persona fisica, la cui domanda di ammissione dovrà essere accettata dal Consiglio Direttivo (Progettisti, Installatori, Manutentori, RSPP, Consulenti) e che abbiano versato la quota associativa, come indicato dal regolamento. I soci aggregati partecipano all'assemblea con diritto di intervento e/o di proposta, ma senza diritto di voto, così come stabilito dal regolamento.
  4. Soci onorari: coloro che abbiano acquisito particolari benemerenze in ambito nazionale, nonché Enti e privati che contribuiranno a sostenere l'attività dell'associazione (Vigili del fuoco, Protezione Civile, Enti pubblici, privati, ecc...). La qualifica di socio onorario è a tempo indeterminato, non da diritto di voto e non richiede il pagamento delle quote associative, così come stabilito dal regolamento.

L'acquisizione della qualifica di Socio comporta l'assunzione di tutti i diritti e i doveri derivanti dallo Statuto. Ogni Socio, ad eccezione dei Soci Onorari e dei Soci Fondatori, è tenuto al pagamento delle quote sociali secondo le modalità stabilite dal Consiglio di Amministrazione, come stabilito dal regolamento.

I soci vengono iscritti nel Registro interno all'associazione, la quale certifica ufficialmente e ad ogni effetto organizzativo l'appartenenza all'Associazione.

Art. 4 - Rappresentanza dei soci

Nell'ambito dell'attività associativa, l'impresa viene rappresentata dal suo titolare o legale rappresentante, o da altra persona della stessa impresa, purché sia espressamente indicato nella Domanda di Adesione o con successiva lettera indirizzata al Presidente dell'Associazione.

Art. 5 - Modalità di adesione

La domanda di adesione, sottoscritta dal legale rappresentante, deve essere indirizzata al Presidente dell'associazione.
Essa deve contenere la dichiarazione esplicita di conoscere ed accettare le norme contenute nel presente regolamento e nel codice etico, e gli obblighi che ne derivano.
Nella domanda dovranno essere specificate le generalità del titolare o del legale rappresentante dell'azienda, la natura dell'attività esercitata, l'ubicazione dell'impresa, e quanto altro richiesto dall'associazione, come da regolamento.
Sulla domanda di ammissione dei nuovi soci delibera il Consiglio direttivo.
Le iscrizioni decorrono dal 1° gennaio dell'anno in cui la domanda è accolta. Qualora il Consiglio Direttivo non provveda ad esprimere il suo parere entro novanta giorni dalla data di ricevimento della domanda di ammissione, quest'ultima si intende rifiutata.

Art. 6 - Durata del rapporto associativo

L'adesione impegna il socio per un anno e si intende automaticamente rinnovata di anno in anno, qualora il socio non presenti le sue dimissioni, con lettera raccomandata almeno tre mesi prima della scadenza dell'anno.

Art. 7 - Diritti dei soci

L'ammissione dà diritto al socio di partecipare all'attività statutaria e di avvalersi di tutte le prestazioni dell'associazione, nonché di quelle che derivano dalla sua appartenenza alla stessa.
Tali diritti spettano ai soci che dimostrino di essere in regola con il versamento dei contributi associativi, secondo le modalità che verranno stabilite dal Consiglio Direttivo.

Art. 8 - Doveri dei soci

L'appartenenza all'associazione ha carattere libero e volontario, ma impegna il socio all'obbligo di osservare le norme del presente Statuto, del regolamento e del codice etico e di uniformarsi a tutte le deliberazioni ed impegni assunti dai competenti organi sociali. In particolare il socio si impegna, per quanto ad esso possibile:

  1. Fornire all'associazione, nei modi e nei tempi richiesti, i dati e i documenti necessari all'aggiornamento del “Registro”, o comunque indispensabili per il raggiungimento degli scopi statutari.
  2. Versare i contributi associativi, secondo le modalità ed i termini fissati dall'associazione, come previsto dal regolamento
  3. Fornire all'Associazione modifiche e/o cambi di ragione sociale o di settore merceologico come previsto dal Regolamento e dal Codice Etico.

Art. 9 - Perdita della qualifica di socio

Il socio perde la propria qualifica per:

  • Dimissioni, nei modi e nei termini previsti dall'articolo 6.
  • Cessazione dell'attività esercitata dal momento della formale comunicazione.
  • Per espulsione, decisa dal Collegio dei Probiviri
  • Grave inadempienza agli obblighi associativi con particolare riferimento al regolamento e al codice etico
  • Fallimento dichiarato, con sentenza passata in giudicato.
  • Morosità.
  • Decesso.

In ogni caso il socio non è esonerato dal rispetto degli impegni assunti, a norma dell'articolo 8, comma 2.
Con la risoluzione del rapporto associativo, il socio perde automaticamente le cariche attribuitegli per designazione dell'associazione presso Enti, Amministrazioni, Organizzazioni e Commissioni, nonché la titolarietà di cariche sociali all'interno dell'associazione.

Assemblea generale

Art. 11 - Costituzione e modalità di convocazione

L'assemblea generale è composta da tutti i soci, individuati in base all' art. 3.
L'Assemblea viene convocata in via ordinaria almeno una volta all'anno entro il primo quadrimestre per l'approvazione del bilancio dell'esercizio precedente, per l'eventuale rinnovo delle cariche sociali e per presentare il bilancio preventivo dell'anno in corso. L'assemblea può inoltre essere convocata tanto in sede ordinaria che in sede straordinaria:

  1. per decisione del Consiglio Direttivo
  2. su richiesta, indirizzata al Presidente, di almeno un terzo dei Soci Fondatori e dei soci Onorari nel loro insieme.

Art. 12 - Convocazione dell'assemblea

Le Assemblee ordinarie e straordinarie sono convocate, con preavviso di almeno 30 gg., mediante invito per lettera raccomandata oppure a mezzo fax o ancora via e-mail indirizzata a tutti i soci, a cura della presidenza. Tale termine può essere ridotto a quattro giorni nei casi di urgenza, con convocazione a mezzo telegramma, purché l'Assemblea non sia stata indetta per l'elezione del Presidente, l'approvazione dei bilanci o per modifiche statutarie.

Art. 13 - Costituzione e deliberazioni dell'assemblea

È ammesso l'intervento per delega da conferirsi per iscritto esclusivamente ad altro socio; è vietato il cumulo delle deleghe in numero superiore a due.

L'Assemblea è presieduta dal presidente dell'Associazione o, in caso di sua assenza, da persona designata dall'Assemblea.